logo
Area Riservata

Teoria e Prassi della Traduzione

Prof. Roberto Masone   |   L-LIN/02 – 8 CFU

Il corso di Teoria e Prassi della Traduzione si pone l’obiettivo di introdurre le principali nozioni teoriche e gli approcci pratici verso la traduzione, da un punto di vista storico ed evolutivo, attraverso il confronto di teorie elaborate dai maggiori linguisti e filosofi del linguaggio nel corso del Novecento. Saranno, inoltre, presentate e discusse diverse tecniche di traduzione al fine di evidenziare e sciogliere i nodi traduttivi caratterizzanti diverse tipologie testuali.

Il corso si terrà nel primo semestre. L’attività didattica prevede lezioni frontali, esercitazioni e lavori individuali e di gruppo.

Obiettivi formativi: 

L’insegnamento prevede un costante confronto tra teoria e applicazione pratica dei contenuti. Il lavoro, sia di tipo seminariale che individuale, è articolato in tre momenti principali: 

  • Studio delle teorie della traduzione;
  • Analisi e confronto delle criticità, di natura sia strettamente linguistica che culturale, emerse durante la traduzione di diverse tipologie testuali: es. testi poetici, canzoni, traduzioni audiovisive, testi specialistici; 
  • Traduzione individuale e collettiva di estratti di testo appartenenti alle stesse tipologie testuali introdotte.  

Contenuti: 

durante la prima parte del corso, sarà presentato il concetto di traduzione, analizzandone la complessità da un punto di vista concettuale e pratico. A tal fine, saranno prese in esame teorie contrastanti sui concetti di traducibilità ed intraducibilità, supportate dalle tesi dei principali teorici della traduzione: Quine,  Benjamin,  Ricoeur,  Eco,  Venuti e Catford. La seconda fase del corso si propone di fornire gli strumenti metodologici per tradurre tipologie testuali complesse, individuandone i nodi traduttivi di natura semantica, pragmatica e culturale e proponendo, attraverso esercitazioni di gruppo, soluzioni basate sull’applicazione pratica delle tecniche analizzate. 

Saranno periodicamente svolte delle prove di traduzione individuali e collettive volte a verificare lo sviluppo delle competenze da parte dello studente.

L’esame finale si compone di due prove: scritto e orale.

Lo SCRITTO consisterà nella traduzione di un testo.

L’ORALE si articolerà in due fasi: una prima fase di discussione del testo tradotto per la prova scritta, in cui lo studente spiegherà la metodologia alla base delle sue scelte di traduzione; una seconda fase di verifica dell’apprendimento dei contenuti illustrati durante il corso.

  1. Ricoeur, P. (2006). On Translation. London and New Yourk: Routledge. 

    Eco, U. (2004). Dire quasi la stessa cosa. Milano: Bompiani.