logo
Area Riservata_

Cultura e Letteratura Inglese

Prof. Arnaldo Viscardi  |   L-LIN/10

Il corso, rivolto agli studenti iscritti al secondo anno,  prevede il raggiungimento dei seguenti obiettivi: 

a) acquisizione di conoscenze essenziali storico-letterarie delle maggiori istituzioni del Regno Unito e degli USA e sui fondamenti culturali delle società anglofone;

b) acquisizione dei fondamenti dello sviluppo storico della lingua inglese, dalle origini al presente, in particolare in riferimento a: Regno Unito, Stati Uniti; Australia e Nuova Zelanda;

c) acquisizione e uso appropriato del  lessico disciplinare delle aree oggetto di studio;

d) capacità di analisi e sintesi attraverso esposizioni argomentative;

e) capacità di esprimere il proprio pensiero attraverso la padronanza di un lessico specifico.

Con il corso che qui  vado a delineare  intendo fornire agli studenti un’idea più articolata dei fondamenti dell’identità britannica e del modo in cui, nel tempo, essa si è modificata. Attraverso un’analisi storico-letteraria che viene incentrata a partire dal secondo dopoguerra in avanti, ci si soffermerà sugli aspetti significativi che hanno caratterizzato la cultura anglofona.

Lezioni frontali,  9 CFU, per un totale di 54 ore, con l’uso di strategie di “approccio tutoriale” e “discussione”. Il Corso si avvale di 18 ore di lezione (3 CFU) tenute dal prof. Carlo Pagetti.

Obiettivi formativi: 

Comprende gli studi sulle culture e sulle opere letterarie in lingua inglese dal secondo dopoguerra in poi e quelli sui relativi autori, tanto della madre patria quanto dei vari paesi di lingua inglese, studi condotti con le metodologie della ricerca filologica, linguistica, storico-culturale e critico-letteraria, con particolare riguardo alla comprensione critica, attraverso l’analisi dei testi originali, con approfondimento degli aspetti linguistici e retorici e delle dimensioni tematiche, figurative e formali, e con attenzione alle problematiche della didattica.

Contenuti: 

Alla luce di quanto stabilito in sede di consiglio di corso,  gli insegnamenti contigui di letteratura e cultura, straniera e non, svilupperanno argomenti storico – letterario – culturale riferiti al periodo che va dal secondo dopoguerra in avanti. Pertanto, si prenderanno in considerazione romanzieri del filone distopico, commediografi del teatro dell’assurdo e, arrivando ai giorni nostri, si completerà con i movimenti per i diritti civili e la fine della “Cold War” con “The Fall  of the Berlin Wall”.  

Il raccordo con gli insegnamenti contigui sarà effettuato tramite rimandi agli aspetti teorici e metodologici trasversali, oltre all’evidenziazione dei contributi che ciascuna disciplina apporta all’intervento inclusivo concreto.

Colloqui, esercitazioni in aula e test di autovalutazione per le valutazioni intermedie.

Il grado di apprendimento degli studenti sarà monitorato costantemente attraverso gli strumenti e le metodologie di verifica. In particolare, al fine di rendere fattibile la verifica e la certificazione degli esiti formativi si terrà conto: 

1. delle verifiche di tipo formativo in itinere, anche per l’autovalutazione;

2. della frequenza e della partecipazione degli studenti alle lezioni;

La valutazione, in questo quadro, terrà conto di più aspetti:

1.il risultato di un certo numero di prove intermedie (test, sviluppo di elaborati, ecc.);

2.la qualità e quantità della partecipazione alle attività svolte  in aula; 

3.i risultati della prova finale.

Con l’accesso all’esame si terrà conto della frequenza alle lezioni;  delle attività didattiche di verifica svolte  in itinere e del livello del lavoro svolto nelle varie esercitazioni.

L’esame finale consisterà in un colloquio che si tradurrà in un voto espresso in 30/30. Il colloquio sarà sostenuto in lingua inglese e verterà sugli argomenti trattati durante il corso; il corsista dovrà dimostrare ottime capacità dialogiche in una lingua valutabile a livello B1/B2;

Il corsista dovrà dimostrare:

– conoscenze e capacità di comprensione della cultura e letteratura anglofona  ad un livello  fondato su adeguate basi; 

-capacità  di applicare le sue conoscenze e capacità di comprensione in maniera da dimostrare un approccio soddisfacente alle tematiche che verranno trattate, e possedere competenze adeguate  per ideare e sostenere argomentazioni di tipo culturale – letterario;

– abbia la capacità di raccogliere ed interpretare i dati (all’interno del suo campo di studio) ritenuti utili a trarre proprie conclusioni, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi; 

– sappia comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti; 

– abbia sviluppato quelle capacità di apprendimento che sono a lui  necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.

Il corsista  dovrà acquisire: 

l’apprendimento della lingua inglese finalizzato a un uso autonomo all’interno di un contesto umanistico. Si richiede, pertanto, da parte sua, conoscenze e competenze linguistiche generali, comunicative, microlinguistiche e culturali. Il corsista dovrà dimostrare di possedere conoscenze e competenze linguistiche  al fine di  portare a termine compiti e risolvere problemi.

  • – L. Marcus, P. Nicholl, eds., The Cambridge History of Twentieth-Century English Literature, Cambridge: Cambridge University Press, 2005.

    – P. Bertinetti, a cura di, Storia della letteratura inglese, vol. 2:  Dal Romanticismo all’Età contemporanea. La letteratura inglese, Torino: Einaudi, 2000 (anche ebook).

                                      ______________________________________________

    Prof. Carlo Pagetti: 3 CFU

    Titolo: Dal Blitz alla Brexit: Testi e contesti contemporanei

    Il prof. Carlo Pagetti terrà le lezioni a partire dal 23 novembre 2020.

    Le lezioni affronteranno problemi di metodo e di periodizzazione legati alla definizione di ‘cultura/letteratura contemporanea’, ‘cultural studies’ e si occuperà delle trasformazioni dell’identità inglese dalla tradizione coloniale alla prospettiva multiculturale. 

    Si raccomanda agli studenti l’utilizzo del volume The Shape of a Culture, di cui, in particolare, verranno approfonditi alcuni brani antologici. Altri materiali verranno indicati durante lo svolgimento delle lezioni.

    La valutazione avverrà alla fine delle lezioni e consisterà nella stesura di un paper su uno degli argomenti trattati.

    Testo di riferimento

    C. Pagetti, O. Palusci, The Shape of a Culture: Il dibattito sulla cultura inglese dalla rivoluzione industriale al mondo contemporaneo, Roma: Carocci, 2015.