logo
Area Riservata

Didattica delle Lingue Straniere

Prof. Vincenzo Simoniello  |   L-LIN/02 – 8 CFU

L’insegnamento si propone di riflettere sui processi di apprendimento e di insegnamento di una lingua (seconda, straniera). L’obiettivo è di fornire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici indispensabili per progettare attività didattiche volte ad esercitare le principali abilità linguistiche nell’ambito dell’insegnamento delle lingue moderne, fornendo conoscenze specifiche relative alle seguenti aree di studio:

  • approcci, metodi e tecniche glottodidattiche sia in prospettiva storica che sincronica;
  • processi cognitivi e stili di apprendimento alla base delle principali abilità linguistiche (scrivere, leggere, parlare e ascoltare);
  • strategie didattiche per la creazione ed esecuzione di unità di apprendimento consone ai bisogni dei discenti.

Particolare attenzione verrà data all’uso delle nuove tecnologie nella didattica delle lingue. Filo conduttore del corso sarà il dialogo costante fra aspetti teorici e ricadute applicative.

Il corso verrà erogato in modalità frontale con ausilio di power-point, video, visita a siti internet, uso di corpora, serie di lezioni pratiche finalizzate alla realizzazione di una lezione di lingua.

La prima parte del corso è dedicata, pur se brevemente, al quadro storico epistemologico della disciplina al fine di consacrare ampio spazio alle teorie e agli aspetti più importanti dell’educazione linguistica attuale. Lo studente collabora con il docente nella costruzione del percorso formativo, nella realizzazione di approfondimenti su alcuni concetti fondamentali per la disciplina, soprattutto in relazione alla L2, come i più importanti approcci e metodi, la competenza linguistica, la progettazione del curricolo, la valutazione, l’uso delle tecnologie, le politiche italiane ed europee. La seconda parte del corso è dedicata al bilinguismo e all’interculturalismo sia dal punto di vista delle conoscenze che delle implicazioni in termini cognitivi, sociali e culturali.

Sono previste verifiche scritte ed orali, nonché test di autovalutazione, in itinere per la valutazione degli studenti e la regolazione dell’azione didattica (come monitoraggio del percorso formativo).

La valutazione dello studente prevede:

  1. Una prova scritta in cui il candidato dovrà dimostrare di saper strutturare un’unità didattica (per esempio, dato un contesto didattico preciso, il candidato deve motivare la scelta di approcci e/o tecniche adeguate, oppure deve tracciare un percorso didattico ideale in base a uno specifico bisogno di apprendimento)
  2. Un esame orale in cui si accerterà la padronanza dei contenuti del programma e l’acquisizione delle competenze definite negli obiettivi del corso.

Al termine del corso lo studente conosce i fondamenti teorici e gli strumenti applicativi della didattica delle lingue moderne, le coordinate storiche del campo di studi e le configurazioni attuali, strettamente connesse all’evoluzione delle ricerche sull’acquisizione delle lingue seconde e a fattori quali le tecnologie multimediali, il multilinguismo, la dimensione interculturale della comunicazione quotidiana, le politiche linguistiche europee. Sul piano operativo, lo studente è in grado di applicare in modo appropriato le componenti del processo didattico (l’analisi dei bisogni comunicativi dei discenti, gli obiettivi, la definizione del curricolo e del sillabo e l’elaborazione dell’unità didattica, ecc.) a una situazione didattica specifica.

Gli studenti saranno in grado di identificare l’approccio/metodo didattico a loro più congeniale al fine di potenziare le loro abilità linguistiche e le loro competenze in materia di autovalutazione ed autoapprendimento; sapranno scegliere le opportune strategie didattiche per la creazione ed esecuzione di unità di apprendimento consone ai bisogni dei discenti.

Testi Adottati 

  • P. Balboni, Le sfide di Babele, Torino, UTET, 2008.
  • S. Krashen, Explorations in Language Acquisition and Use, Portsmouth, Heinemann, 2003.
  • P. Martinez, Didactique des langues étrangères, Paris, PUF, 2008

Testi Facoltativi

  • M. C. Rizzardi, M. Barsi, Metodi in classe per insegnare la lingua straniera, Milano, LED, Edizioni Universitarie, 2006, voll. I e II (con DVD).