logo
Area Riservata

Teoria e Prassi della Traduzione

Prof. Roberto Masone   |   L-LIN/02 – 8 CFU

Il corso di Teoria e Prassi della Traduzione si prefigge, attraverso un percorso ragionato sull’evoluzione delle teorie di traduzione, di far acquisire agli studenti una competenza tale da poter affrontare con capacità e sicurezza nella traduzione di diverse tipologie testuali.

A tal fine, saranno introdotte diverse tipologie di testo in LS da analizzare e riproporre nel testo di arrivo. La traduzione sarà sempre verso l’italiano.

Il corso si terrà nel primo semestre. L’attività didattica è organizzata in lezioni frontali, esercitazioni e lavori di gruppo.

Obiettivi formativi:

Il corso prevede una continua sovrapposizione di contenuti teorici e applicazioni pratiche degli stessi ai testi affrontati durante le lezioni. Ogni studente è chiamato ad una costante interazione con il docente e, soprattutto, con la classe per favorire e offrire spunti di discussione sulle possibilità di traduzione.

Contenuti:

Nella prima parte del corso, gli studenti si confronteranno con i pionieri della teoria della traduzione – da Cicerone a Schleiermacher, da Croce a Benjamin, da Derrida a Eco – per poi confrontarsi, nella seconda parte, con diverse tipologie testuali prima di concentrarsi sulla prassi attraverso testi autentici inerenti alla sfera turistica, giuridica ed economica.

Saranno periodicamente svolte delle prove di traduzione volte a verificare lo sviluppo delle competenze da parte dello studente.

L’esame finale si compone di due prove: scritto e orale.

Lo SCRITTO consisterà nella traduzione di un testo.

L’ORALE si articolerà in due fasi: una prima fase di discussione del testo tradotto per la prova scritta, in cui lo studente spiegherà la metodologia alla base delle sue scelte di traduzione; una seconda fase di verifica dell’apprendimento dei contenuti illustrati durante il corso.

I testi affrontati durante il corso saranno soprattutto in lingua inglese, pertanto gli studenti dovranno avere una conoscenza della lingua inglese come descritta dal livello B1 del QCRE, oltre a una basilare dimestichezza con la realtà socio-culturale della lingua italiana e di quella inglese.

Al termine del corso, lo studente dovrà aver maturato una competenza tale da permettergli di approcciare i prototesti, soprattutto specialistici, con un’autonomia di pensiero, una pluralità di prospettive e una ragguardevole capacità di applicazione delle competenze acquisite – linguistiche, stilistiche, sociali e culturali – per lo sviluppo di tecniche e strategie idonee alla produzione del metatesto.

  1. Osimo, B. (2004). Manuale del traduttore: guida pratica con glossario. Hoepli editore.
    ISBN-10: 8820348446
    ISBN-13: 978-8820348441
  2. Eco, U. (2004). Dire quasi la stessa cosa. Bompiani.
    ISBN-10: 8845274861 – ISBN-13: 978-8845274862
  3. Ulteriore materiale sarà fornito dal docente durante il corso.