logo
Area Riservata

Economia Aziendale

Prof. Nadia Oliva  |   SECS-P/07 – 8 CFU

L’insegnamento mira a fornire una visione organica dell’impresa, a evidenziare le linee portanti della disciplina per cogliere i collegamenti tra l’azienda e il sistema economico.

Le conoscenze sulla gestione e sull’organizzazione aziendale serviranno a orientare le scelte e a misurare e valutare gli esiti delle decisioni.

Il corso sarà erogato in modalità frontale per un totale di 64 ore.

L’evoluzione dell’economia aziendale

  • Dalla ragioneria all’economia aziendale
  • Zappa: il padre dell’economia aziendale

Le aziende

  • I concetti di azienda e di impresa
  • La classificazione delle aziende
  • Le finalità aziendali
  • Le relazioni tra azienda e impresa
  • Macro e microambiente
  • I soggetti aziendali
  • Il gruppo aziendale e le strategie

Le relazioni tra azienda e impresa 

  • Macro e microambiente
  • I soggetti aziendali
  • Il gruppo aziendale e le strategie

La gestione

  • Le operazioni economiche fondamentali
  • Gli aspetti della gestione aziendale
  • Il controllo di gestione
  • Il budget
  • I costi e la classificazione
  • Il reddito d’esercizio
  • La gestione strategica
  • La gestione come insieme di valori

Il capitale

  • L’aspetto quantitativo e qualitativo
  • Le configurazioni del capitale
  • L’equilibrio economico, l’equilibrio finanziario e l’equilibrio monetario
  • Il patrimonio netto

L’organizzazione

  • L’evoluzione del pensiero organizzativo
  • L’organizzazione aziendale
  • Le strutture organizzative
  • I processi organizzativi
  • I meccanismi operativi

La rendicontazione sociale

  • La responsabilità sociale e l’accountability
  • Forme di rendicontazione sociale
  • Il bilancio sociale

Il grado di apprendimento degli studenti è monitorato costantemente attraverso gli strumenti e le metodologie di verifica. In particolare, al fine di rendere fattibile la verifica e la certificazione degli esiti formativi il docente terrà conto:

  1. del monitoraggio didattico (livello di quantità e qualità delle interazioni, di rispetto delle scadenze didattiche, di consegna degli elaborati previsti ecc.);
  2. delle verifiche di tipo formativo, anche per l’autovalutazione (p. es. test multiple choice, vero/falso, sequenza di domande con diversa difficoltà, simulazioni, mappe concettuali, elaborati, progetti di gruppo, ecc.);
  3. dell’analisi di casi studi di aziende operanti nel settore turistico.

La valutazione, in questo quadro, tiene conto di più aspetti:

  1. il risultato di un certo numero di prove intermedie (test, sviluppo di elaborati, ecc.);
  2. la qualità e quantità della partecipazione alle attività (frequenza e qualità degli interventi in aula);
  3. i risultati della prova finale

La prova d’esame consiste in un colloquio orale sugli argomenti indicati nella sezione “programma del corso” e avrà lo scopo di verificare:

  1. La conoscenza dei principali temi legati all’azienda e le problematiche ad essi connesse;
  2. La chiarezza espositiva e la proprietà di linguaggio;
  3. La capacità di applicare le conoscenze alle diverse tipologie di azienda.

In riferimento alla valutazione verranno assegnati massimo 10 punti per ciascun obiettivo.

Per il superamento dell’esame è richiesto il raggiungimento del punteggio minimo di 6 per ciascun obiettivo.

La lode verrà assegnata nel caso in cui lo studente:

  • Acquisisca punteggio massimo in tutti gli obiettivi;
  • Dimostri autonomia di giudizio nel colloquio;

Evidenzi capacità di problem solving sui temi trattati.

Al termine dell’insegnamento lo studente deve possedere una conoscenza articolata dei fenomeni aziendali, delle diverse classificazioni di aziende (imprese, aziende erogative pubbliche e aziende non profit) e le loro specifiche configurazioni, così come dei gruppi e degli aggregati aziendali. Deve conoscere, altresì, le caratteristiche del sistema aziendale, gli elementi che lo compongono e il sistema delle operazioni aziendali.

Al termine dell’insegnamento, lo studente dovrà essere in grado di verificare la presenza delle condizioni di equilibrio economico, patrimoniale e monetario, di determinare il risultato economico d’esercizio e la composizione del capitale di funzionamento.

  • M. Saita – P. Saracino, Economia aziendale, Giuffrè, Milano, 2012 oppure Airoldi, Brunetti, Coda, Economia aziendale, Il Mulino, 2014
  • Capitoli selezionati dal docente